Ultime Notizie
 
AL GIARDINETTO PIZZA SENZA GLUTINE PER CELIACI E BRACE A VISTA
Home » Cultura e Territorio » Scafati » Gruppi folkloristici di Scafati
Gruppi folkloristici di Scafati
Gruppi folkloristici di Scafati

O’ Lione e a Paranza … di Scafati
"Suoni, Canti, Balli, Feste e rituali della tradizione Vesuviana"
Info: 3389437497 – 3477942083

ANTONIO MATRONE
ANTONIO MATRONE
Atavico il suo aspetto
Con la musica nel petto.
Di dioniso il canto antico
È un maestro ed un amico.
O’ Lione è o’ contranomme
Cu a’ tammorra ne cumanna
Chirchie chiuso a tutte quante!
Ha uno stile contadino
Ma vi giuro, è genuino!
Ogge è a’ vera trdizione
E’ sta furesta… è o’ re Lione!

LA TAMMURRIATA

La tammurriata, ovvero "a suonata, a cantata e a ballata n’copp o tamburo", ha origini ultramillenarie. Gli studiosi del settore la definiscono una forma musicale, coreutica e simbolica che, avendo attraversato spazi temporali immensi, si è avvalsa di innesti, di scambi e di mescolamenti. Basta avere una tammorra e il gioco è fatto, cioè si può immediatamente dare il via a qualcosa di ancestrale e nel contempo a qualcosa di nuovo e di vivo. Ogni paese ha il suo modo di esprimersi per cui la tammurriata si differenzia in varie forme: l’agro nocerino sarnese, la giuglianese, la terzignese, l’avvocata ed altre ancora. Essa è un modo di stare insieme con partecipazione attiva,esprimendosi ognuno come meglio può, sia nei pressi di un podere che in un cortile di paese o di città, coinvolgendo tutti, grandi o piccini, in un insieme, atto al suono, al canto o al ballo, con anima e corpo. Accadeva nel passato e accade ancora oggi sia nei momenti di riposo del duro lavoro contadino che nei festeggiamenti religiosi e non. Il ballo della tammurriata è molto sensuale poichò era ed è anche di corteggiamento e di ammiccamenti; ballato da due uomini, diventa di competizione sia per bravura mentale che fisica. Il ballo ha il potere di esaltare e coinvolgere tutti gli astanti del cerchio.

La tammurriata oggi è diventa anche uno spettacolo da palco, ma essa è principalmente legata al culto mariano e quindi, nonostante sia entrata in uno "script" sociologico che fa "tendenza", resta un momento di profonda sacralità e ritualità.

LA TAMMORRA

tammorraLa tammorra, strumento della tammurriata, è costituita da una fascia circolare in legno di faggio non molto spessa ricoperta da una pelle di capra o di altro animale. Il diametro può variare (dipende dai suoni che si vogliono ottenere) dai trentacinque ai cinquanta centimetri. Così fatta chiamare "muta"; se arricchita di cembali posti in aperture rettangolari sulla fascia diventa "classica". Di origini antichissime ed imparentata con i tamburi arabi, la ritroviamo in varie fogge in tutto il Mediterraneo. Di essa si hanno molte testimonianze da quello che si può osservare in vari musei, su reperti archeologici raffiguranti suonatori di tamburi che risalgono fino a tremila anni or sono.

‘A PARANZA ITINERANTE

La paranza itinerante si articola per le strade del sito ma con preferenza dei centri storici della piazzetta, dei cortili o casa o corte. Cantatori autentici, musici e danzatori nel loro peregrinare a suon di tammrre, castagnette, organetti, fiarmoniche, putipù, tricchebballacche e scetavajsse offriranno uno spettacolo vivo e coivolente di canti alla " carrettera" , a "figliola" a " fronna e limone" , alla "cilentana", alla "carcerato", tammuriata e tarantelle con le loro rispettive danze.





IL CARRETTONE

carrettone

























Proprio come quando una volta si addobbava la carretta e il cavallo con fiori, grano e campanelle per raggiungere il santuario e fare devozione alla Madonna, la paranza r’ O LIONE con i suoi strumenti musicali attrversa le strade del paese a suon di tammurriate e tarantelle donando un colorato e suggestivo spettacolo che rievoca e riaccende anche nell’oblio più oscuro, barlumi di ricodi di tempi andati.
carrettone











LA FRASCA

la frascaLa frasca è uno spettacolo di pura tradizione popolare ripresa dall’usanza antica di scacciare il malaugurio e di propiziarsi l’anno nuovo, così come "la frasca" del vino che indicava il luogo della mescita che propiziava anche la buona annata e in tal modo alla bevanda che da secoli accompagna le feste di tammurriata. "Una frasca di alloro" alta più di due metri, viene portata a spalla e alla testa di un corteo di musicanti, cantatori e danzatori, nel numero di circa una trenina con strumenti musicali popolari. Quasi un albero di Natale itinerante, addobbato con campanelli, sonagli e nastrini colorati, ha lo scopo di allontanare la cattiva sorte con il suo incedere passo passo al suono anche di xampogne e ciaramelle.






LA MUSICA E' L'ARTE DI PENSARE ATTRAVERSO I SUONI.
Jules Combarieau 


AGLAIA

deaIl suo nome significa splendore, è una delle Cariti, sposò il Dio Efesto. Le Cariti sono figlie di Zeus e di Eurinome, Dee della bellezza, del fascino, della grazia, erano compagne di Afrodite e talvolta delle Muse.
Erano rappresentate come tre giovani donne: Eufrosine "la lieta", Talia "la fiorente", Aglaia "la splendente". I romani le chiamavano le Grazie.

STORIA
Nasce sottoforma di cooperativa con una "prestigiosa" serata inaugurale allestita presso la Sala Venezia di Scafati, Martedì 27 dicembre 1987. Il 18 luglio 1989 si trasforma in "Associazione socio culturale ad indirizzo artistico" occupandosi dei seguenti settori:
Arte, Cultura, Formazione, Musica, Spettacolo, Tradizioni e Turismo.

ESPEDITO DE MARINO
Espedito de Marino è nato a Pompei (NA) ” Italy” l’ 8 Marzo 1964.
Vive a Scafati (Sa) “Italy” in via M. d’Ungheria Traversa Poerio n° 3 (C.A.P. 84018), dove è, tra l'altro, consigliere comunale del 7 luglio 2003.
Si è diplomato con il massimo dei voti in Chitarra Classica al Conservatorio Statale di Musica “D. Cimarosa” di Avellino nel 1985 sotto la Guida del M° Eduardo Caliendo.(vai a “Attività Didattica” nel sito www.associazioneaglaia.it).

Espedito De Marino con Mario Merola
Espedito De Marino con Mario Merola





















Espedito De Marino con Gigi Sabani
Espedito De Marino con Gigi Sabani
Condividi: Facebook Delicious Twitter MySpace Google Yahoo Digg Splinder
Lascia un commento :


« Inserire qui il codice visualizzato nell'immagine sopra :
3.jpg
Utenti on line : 1

© 2011 Ristorante Pizzeria il Giardinetto - Via Manzoni, 56 - 84018 - Scafati (SA) - Tel/Fax: 0818599335
credits: - Web Agency Dopstart - privacy policy